Il futuro comincia dal legno e dalla sostenibilità aziendale

Sostenibilità, tema generale

La sostenibilità rappresenta, da qualche decennio a questa parte, un tema rilevante della nostra società e le aziende prendono sempre più coscienza nell’adottare pratiche e strategie sostenibili per affrontare le sfide ambientali, sociali e di governance (ESG) nei confronti di fattori chiave quali, senza dubbio, l’ambiente, ma anche le persone, la salute e la corretta gestione globale dell’impresa.
 
Uno degli strumenti a disposizione delle imprese è quello del bilancio di sostenibilità, il quale va oltre l’aspetto finanziario e tiene conto degli impatti ambientali e sociali generati dalle attività produttive, inducendo le industrie ad utilizzare coscientemente le risorse senza distruggere i sistemi naturali e senza oltrepassare la capacità di assorbire gli scarti ed i rifiuti derivati dalle proprie lavorazioni.
 
Lo scopo comune è dunque quello di salvaguardare le risorse naturali della Terra, affinché queste possano rigenerarsi e non esaurirsi, rimanendo disponibili in modo equo per tutti.
Questo è possibile solo attraverso il rispetto di un ecosistema circolare sostenibile da parte di coloro che si impegnano ad applicare i CAM (Criteri Minimi Ambientali) e gli EPD (Dichiarazioni Ambientali del Prodotto), contribuendo in modo attivo e concreto alla creazione di un futuro più sostenibile per ognuno, soprattutto per le generazioni future.

Sostenibilità, mondo del legno

Veri e propri santuari della biodiversità, le foreste partecipano attivamente alla preservazione ambientale. Esse rappresentano i polmoni verdi del nostro pianeta e, al tempo stesso, hanno il super potere di assorbire il diossido di carbonio in modo del tutto naturale.
La filiera controllata del legno è un procedimento che coinvolge sempre più aziende volenterose di rispettare gli standard ambientali in modo adeguato e consapevole: dalla raccolta delle materie prime, alla logistica fino alla produzione finale.
Con la creazione di un prodotto in legno sostenibile, quindi, il carbonio impiegato nel procedimento di fabbricazione rimane intrappolato e, sottratto all’atmosfera, non contribuisce all’effetto serra.
I principi su cui si basano le prestazioni di un’azienda sostenibile sono dunque quelli che riguardano la valorizzazione della materia primal’impegno alla lotta contro la deforestazione incontrollatala gestione dello scarto e dei rifiutil’efficienza energetica in tutte le sue forme oltre che la riduzione delle emissioni in atmosfera.
Se fino ad ora il legno trovava impiego in settori quali l’arredamento, l’energia o gli imballaggi oggi ampio utilizzo di questa nobile materia prima è riservato anche al settore della costruzione: lo si trova in effetti sempre più in edifici, come uffici, ristoranti ed hotel, appartamenti ed aree verdi.

Sostenibilità, mondo serramenti

Il legno è naturalmente rinnovabile ed ecologico: il suo ciclo vitale rispetta l’ecosistema e la salute.
E non solo: il 97 % del legno a fine vita può essere recuperato e riciclato all’infinito, diventando nuova materia prima per l’industria del settore e svolgendo un ruolo fondamentale nella lotta al cambiamento climatico grazie alla sua capacità di assorbire anidride carbonica.
Nell’impegno di un futuro sempre più sostenibile per l’ambiente e per le generazioni presenti e future, la casa green ha un ruolo centrale.
Ottimizzare gli edifici scegliendo dei serramenti esterni ed interni in legno comporta in effetti una serie di benefici a lungo termine sia sul comfort abitativo sia sul piano ambientale, evitando ad esempio sprechi di calore.